Libellula e il giornale cittadino 2019

Un’utopia con i piedi ben piantati per terra ovvero il sogno di una sinergia civica sotto l’egida della poesia.

L’associazione culturale Libellula nasce per raccogliere e promuovere la poesia attraverso la costituzione di un fondo librario, sul territorio del Comune di Morlupo.

Pertanto grazie a una iniziativa posta in essere tra privati che con ciò hanno inteso eticamente fondamentale la presenza di un fondo librario di questo tipo su un’area territoriale precisamente connotata come quella della provincia nord di Roma il cui territorio si estende dall’asse tiberino all’asse flaminio.

Dal 2011, anno della sua fondazione, il fondo librario di poesia ha notevolmente incrementato il suo valore testimoniale. Sono state molteplici le azioni sociali svolte attraverso la promozione della poesia che negli anni ci hanno fatto concepire il progetto del giornale cittadino e dei laboratori scolastici Zer0Magazine e ne hanno determinato la sua efficacia.

Uno dei passi fondamentali relativi alla presa di coscienza della necessità di un’azione legata alla poesia, che da esterna alla scuola, potesse tuttavia svolgere un ruolo efficace in ambito scolastico, ha avuto luogo tra 2012 e 2013 con un ciclo di tre conferenze: “Poeti al liceo” presso l’Istituto di istruzione superiore ‘Margherita Hack’. In questa occasione tre poeti i cui testi sono custoditi nell’ambito del fondo librario: Carlo Bordini, Luigia Sorrentino e Marco Giovenale hanno dialogato con gli studenti su poesia e attualità in tre singoli incontri dedicati al loro profilo.

Negli anni successivi abbiamo accresciuto il coinvolgimento sociale della nostra comunità di riferimento attraverso la costituzione di un circolo dei lettori di poesia in cui un gruppo di lettrici e lettori si riuniva periodicamente per leggere e interagire attraverso un dibattito incentrato su figure di poeti importanti ma non tra i più noti e studiati in ambito scolastico (tra i quali Lorenzo Calogero, Claudia Ruggeri, Nadia Campana, Emilio Villa, Cristina Campo, Alejandra Pizarnik, Giuseppe Piccoli, Rocco Scotellaro, Edoardo Cacciatore, Michele Sovente) ciò per un preciso motivo:

il fondo librario di poesia di Morlupo con il suo operato si vuole collocare là dove la costituzione canonica di un fondo librario specializzato in poesia, secondo l’avviso della nostra associazione, può costituire un limite alla pluralità e all’accoglienza di testi poetici. I libri raccolti e promossi dal fondo librario di poesia di Morlupo sono tra quelli pubblicati strettamente di recente. Ma anche sono scelti tra quelle pubblicazioni che per via della diversità della loro provenienza culturale o specificatamente geografica non trovano solitamente posto nelle biblioteche. Il nostro principale interesse infatti è quello di promuovere quei testi che si prestano meno facilmente ad essere comunicati. Ciò è testimoniato dal particolare valore che nell’ambito della raccolta dei testi e della scelta della modalità di accoglienza delle produzioni editoriali, è attribuito alla traduzione letteraria, al vernacolo inteso come lingua madre, alle pubblicazioni di micro case editrici specializzate e a una scrittura poetica strettamente contemporanea e perciò ancora non sottoposta ad analisi critica.

Altre azioni fondamentali sono state quelle relative all’organizzazione di un poetry slam che ha raccolto la partecipazione di circa quaranta poeti, i laboratori di scrittura poetica a carattere di volontariato in collaborazione con il CSM della ASL Roma F. Tra il 2015 e il 2016 il progetto Morlupo Città della Poesia ha esteso le nostre azioni sul territorio attraverso eventi pubblici cittadini, concorsi letterari rivolti a poesia e traduzione e soprattutto laboratori scolastici svolti direttamente all’interno dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino di Morlupo.

Quello che ci ha spinti e motivato negli anni è stato il ritenere che la poesia in Italia potesse svolgere un’azione sociale reale a partire dal basso attraverso la sottoscrizione di convenzioni e protocolli di intesa con la municipalità, istituti scolastici e ASL di zona. L’intento perciò è sempre stato quello di liberare la poesia da ogni pregiudizio che la ritenga qualcosa che riguarda pochi restituendola con ciò alla sua antichissima e primaria funzione.

Le prime poesie del resto si diffondevano attraverso la preghiera, il canto dei primi contadini e dei primi pastori, i cantastorie si spostavano fisicamente tra popoli di lingue e culture diversissime. Avvalendosi della poesia, di un linguaggio “sovraculturale” spostavano e mescolavano i saperi di ciascun popolo grazie alla benevolenza che veniva quasi sempre accordata al loro ruolo.

Inoltre se diamo uno sguardo al territorio reale troviamo che gli stranieri residenti nella città metropolitana di Roma Capitale al 1° gennaio 2018 sono 556.794 e rappresentano il 12,8% della popolazione residente.

La mediazione culturale che la poesia può svolgere sul territorio reale, perciò dentro la scuola e attraverso eventi pubblici cittadini in partnership con le istituzioni territoriali, FUNZIONA e favorisce la COESIONE SOCIALE.

Quest’anno i cardini su cui poggia il progetto Zer0magzine sono basati  su quattro capisaldi volti a favorire soprattutto una sempre maggiore partecipazione. Il carattere di inclusività del nostro progetto è indicato anche dal sottotitolo dell’edizione di quest’anno: #nessunoescluso. 1. L’evento di apertura, tenutosi a dicembre 2018, in cui tutti i responsabili delle diverse sezioni del magazine hanno descritto il ruolo e i contenuti di cui si sono fatti portatori alla presenza dell’amministrazione comunale di Morlupo e dei rappresentanti dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino (di fatto è il soggetto istituzionale protagonista di Zer0magazine). 2. I laboratori scolastici svolti dalle dottoresse Marta Paniccia e Chiara Annecchini. 3. L’evento pubblico cittadino dedicato al fumetto, tenutosi il 2 marzo 2019, che ha mirato al massimo coinvolgimento dei giovanissimi ma non solo e 4. il concorso letterario interno rivolto agli insegnanti e agli studenti dell’Istituto.

Pertanto le sezioni e i contenuti del giornale dell’edizione 2019 rispecchiano l’espressione di tutti i soggetti coinvolti:  gli articoli di apertura su poesia e plurilinguismo redatti dalle professoresse Anna Maria Curci e Paola del Zoppo, la sezione scuola che illustra i  risultati dei laboratori scolastici, gli articoli  inviati autonomamente dagli studenti con proposta di pubblicazione,  i risultati del premio letterario riservato all’Istituto comprensivo di Morlupo, una sezione di psicologia dedicata alla  famiglia, alla genitorialità, alla scuola e alla gestione dei gruppi. La descrizione dell’evento pubblico sul fumetto, e l’illustrazione dei contenuti, organizzati in collaborazione con l’associazione culturale LAPUTA, infine l’intervista al Sindaco di Morlupo sulla situazione degli edifici scolastici del nostro Comune.

Zer0Magazine sarà disponibile e distribuito gratuitamente in formato cartaceo e a colori  a partire da giugno 2019. Inoltre sarà possibile scaricare la versione digitale della rivista direttamente dal nostro sito.  Il progetto 2019 si è avvalso: del Patrocinio della Regione Lazio, Patrocinio e contributo del Comune di Morlupo, del contributo volontario a sostegno delle nostre attività dei commercianti di zona, del Protocollo d’intesa e convenzione con L’istituto comprensivo Falcone e Borsellino di Morlupo, della stretta e fraterna collaborazione con l’Associazione Culturale LAPUTA e della stretta e fraterna collaborazione con l’equipe di psicologhe e psicoterapeute del Centro Libellula di Morlupo.


Testo della relazione di Viviana Scarinci
nell’ambito Poesia e Plurilinguismo
Percorsi per un ampliamento
dell’orizzonte formativo e letterario
Tenutasi giovedì 21 febbraio 2019
I.T.C. V. Arangio Ruiz
Lend Gruppo Roma


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...