Domenica 25 novembre ore 15,30

Domenica 25 novembre ore 15,30 il fondo librario di Morlupo parteciperà all’evento
SEMPLICEMENTE NOI, DONNE con un intervento di Viviana Scarinci dal titolo Chi era Caterina Paluzzi?un evento organizzato e promosso dall’amministrazione comunale di Morlupo in occasione della giornata contro la violenza sulle donne

Caterina Paluzzi, ovvero l’emancipazione tra ‘500 e ‘600. Da orfana analfabeta a fondatrice di un monastero che rimase aperto fino a metà del ‘900″. Come ricorda Enzo Bianchi “per poter svolgere il ministero della predicazione si riteneva necessaria l’autorizzazione da parte della Chiesa, ovvero il conferimento di una licenza di predicare, perché l’ignoranza di alcuni predicatori o il carisma incontrollato di altri portava all’eresia, alla confusione e non all’edificazione della Chiesa.  (…) Si raccomandava che queste omelie fossero di carattere morale ed esortativo e non dottrinale o teologico, ma di fatto furono autorizzate, e donne predicatrici, da Maria d’Oignies – la beghina che veniva da Liegi (1177-1213) – a Caterina Paluzzi (1573-1645) priora del monastero di clausura da lei fondato a Morlupo e incaricata della predicazione nei monasteri femminili dal cardinale Sfrondati”

La nostra scelta di promuovere, attraverso un incontro dedicato alle donne e alla loro importanza in ambito sociale e civico, la figura storica e religiosa di Caterina Paluzzi all’interno dell’evento “Semplicemente, noi donne” riguarda anche la pertinenza tematica legata al giornale cittadino da noi promosso. Zer0Magazine 2019 infatti dedicherà, nell’ambito delle sue pagine un’ampia sezione all’importanza storica e culturale del nostro territorio. L’incontro che dedichiamo a Caterina Paluzzi rientra pertanto tra quelle azioni a carattere socio culturale che intendiamo svolgere nell’ambito del progetto Zer0Magazine 2019.

Come sottolineato dalla stessa amministrazione comunale nel promuovere l’iniziativa: “SEMPLICEMENTE NOI, DONNE è un progetto che vuole sottolineare la presenza della donna nell’arte come portatrice della cultura e del cambiamento. La donna tra quattro mura, nella propria intimità scrive, scolpisce, dipinge del mondo. Attraverso i suoi occhi, la sua percezione e il dolore testimonia la vita e la condivide con l’umanità. Portatrice di pace accudisce ed educa i figli, li prepara al mondo. Il progetto SEMPLICEMENTE NOI, DONNE intende utilizzare la produzione artistica femminile per donare un significato positivo ad una data simbolica importante (25 NOVEMBRE, GIORNATA CONTRA LA VIOLENZA SULLE DONNE) spesso, però, sentita drammaticamente. La manifestazione vuole invece donare quella forza e quel significato per cui è stata istituita. Un omaggio restituito attraverso la memoria alla donna che, oggi cosi come in passato, sente profondamente, vive e costruisce la pace nella famiglia, nel lavoro e nella società. Saranno due giorni all’insegna dell’arte espressa in parole ed opere di donne che, sono riuscite ad emergere e grazie al loro operato quotidiano, alla loro forza “generatrice” e si sono fatte portavoce dei grandi cambiamenti culturali”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...